Centro per la procreazione assistita ProAndros

Opening Hours : Dal lunedì al venerdì 9;00-13;00 e 16;00-21;00
  Contact : 0883534731 Cell. 3398373637

Trattamento degli spermatozoi recuperati con tecniche chirurgiche

Nel caso in cui la tecnica applicata preveda l’asportazione di pezzi bioptici vari, questi vengono raccolti in piastre Petri 35x10mm Falcon contenenti 2 ml di Quinn’s Advantage Protein Plus Fertilization Medium termostatato a 37° per 24 ore. Le piastre vengono contrassegnate, anche in questo caso, con la provenienza del prelievo bioptico e passate in laboratorio.

Il contenuto di ciascuna piastra deve essere registrato.

Facendo uso di vetrini portaoggetti sterili il prelievo viene accuratamente strisciato e sminuzzato in modo da recuperare il maggior numero di spermatozoi contenuti all’ interno dei tubuli seminiferi e adesi ad essi.

Alla fine della seguente procedura, che può avvalersi anche dell’ ausilio di pinzette sterili o aghi di siringhe da insulina, si deve ottenere un preparato omogeneo.

Metodo di trattamento del materiale recuperato

Si prelevano 10 microlitri di sospensione e si allestisce un vetrino a fresco, si osservano 100 campi all’invertoscopio con ingrandimento 20X, si determina la presenza di spermatozoi e la percentuale di forme mobili. I dati raccolti devono essere accuratamente registrati.

Si procede quindi a lavaggio del campione:

  • tutta la sospensione viene trasferita in una provetta PROVETTA 15 ML 17X120 MM ST Falcon 352095
  • Si centrifuga per 10′ a 1800 g, si rimuove il sovranatante e si risospende il pellet.
  • Nel caso in cui si proceda alla ICSI, si risospende il pellet in 50 microlitri di terreno tamponato messo in incubatore 37°C per 12h e si allestisce la piastra.
  • Nel caso in cui non si effettui la ICSI lo stesso giorno del prelievo, il pellet si risospende con circa 500 microlitri di terreno tamponato termostatato a 37°C per 12 h, e il campione seguirà la procedura di crioconservazione